DBS - Deep Brain Stimulation

Stimolazione Cerebrale Epidurale

La Metodica

  •  Malattia di Parkinson

  • Distonia

  • Tremore Essenziale

  • Disturbo Ossessivo-compulsivo

  • Sindrome di Tourette

  • Depressione Mggiore

La stimolazione cerebrale profonda e una tecnica chirurgica all’avanguardia che consiste nel posizionamento di elettrodi di stimolazione nelle aree profonde del cervello. L’obbiettivo e quello di interferire con circuiti cerebrali che funzionano in modo anomalo. Questa tecnica e’ consolidata per quanto riguarda la Malattia di Parkinson avanzata, Tremore Essenziale resistente alla terapia medica e la Distonia. Nuove indicazioni sono emerse negli ultimi anni quali ; Depressione Maggiore, Disturbo Ossessivo Compulsivo e Sindrome di Tourette resistenti alle terapie mediche.

Tecnica Chirurgica

L’intervento chirurgico viene svolto in due fasi. Nella prima parte vengono posizionati gli elettrodi di stimolazione cerebrale profonda e questa procedura viene svolta in anestesia locale. Nel nostro Istituto viene verificato il correto posizionamento dei elettrodi diretamente in sala operatoria con l’ausilio della TAC intraoperatoria. A due giorni dalla prima fase dell’intervento viene posizionato il generatore di impulsi che funge da pacemaker ed invia gli impulsi elettrici agli elettrodi di stimolazione cerebrale.

Decorso Post-Operatorio

La degenza media e di circa 7-10 giorni. La rimozione dei punti di sutura viene fata a 7 giorni dall’intervento. Il generatore di impulsi viene acceso durante la degenza mentre nei pazienti in cui si e avuta una remissione della sintomatologia con il solo posizionamento degli elettrodi il generatore di impulsi viene acceso a 30 giorni dall’intervento. Il paziente esegue controlli seriati di regolazione del generatore di impulsi per ottimizzare i risultati clinici.

I miei Video